Data Sheet MicroPoint II   Brochure INTREPID ™ Series    
Download
© PIDS Perimeter Protection S.r.l. PIVA: 02248690444 Privacy
   Caratteristiche - Rilevazione dell’intruso con 3 m di   precisione (1 m risoluzione); - Allarme, segnalazioni ed   alimentazione sul medesimo cavo   fino a 3,2 Km di perimetro; - Risolve i problemi di falsi allarmi   (Far/Nar); - Autoadattamento alle condizioni   della recinzione; - Rilevazione uniforme anche su   recinzioni di tipo diverso; - Zone definite via Software, numero   e dimensione illimitati; - Diverse tipologie di controller per   soluzioni specifiche di qualsiasi    dimensione; - Altezza protetta fino a 4.3 m con   singolo passaggio.
Applicazione del cavo sensore su rete a maglia sciolta. Fase di calibrazione ed adattamento alle caratteristiche del sito protetto. Collegamento delle unità in campo, solo con “forbici e cacciavite” Cancelli protetti in maniera nativa dallo stesso cavo sensore. Fase di Test con il simulatore di taglio fornito a corredo di MicroPoint II™. Puntamento automatico di telecamere PTZ durante i collaudi assicurativi.
Screenshot
Appointed distributor

INTREPID™ MicroPoint II™

Il   sistema   INTREPID™   MicroPoint   II™   permette   la   sensibilizzazione   di   recinzioni   e   palizzate, indifferentemente   dalla   loro   natura   e   dalla   tipologia.   Si   tratta   di   un   sistema   distribuito   in   cui,   al contrario   delle   tecnologie   puntuali,   tutto   il   cavo   è   un   sensore    proteggendo   ogni   centimetro   del perimetro, adattando sensibilità e soglie di allarme lungo tutta la recinzione. Oltre   6   milioni   di   metri   di   cavo   installato   a   protezione   di   siti   sensibili   in   tutto   il   mondo   rendono INTREPID™    MicroPoint™    la    scelta    più    affidabile    ed    efficace,    grazie    alla    capacità    unica    di individuare    l’intruso    con    3    metri    di    precisione    (1    metro    di    risoluzione),    posizionare    le telecamere   automaticamente   sul   punto   di   intrusione   ed   eliminare   gli   allarmi   ambientali   che affliggono i comuni sistemi microfonici. Disturbi   come   vento,   pioggia   o   traffico   di   veicoli   sono   ignorati   sia   grazie   ad   algoritmi   DSP dedicati   che   grazie   all’elevato   rapporto   S/N,   con   la   conseguente   dinamica   molto   estesa,   che permette    di    ottenere    capacità    di    rilevazione    superiori    abbattendo    gli    allarmi    ambientali (FAR/NAR). Il   sistema   base   è   costituito   da   un   processore,   detto   PM   (processing   module),   in   grado   di   coprire una   distanza   di   400   metri   lineari   (440m   effettivi),   da   due   tratte   di   cavo   di   220m   (effettivi) cadauna . Il   Controller   permette   il   collegamento   di   più   sistemi   in   cascata,   in   configurazione   semplice   o ridondata.   Il   cavo   sensore   è   supporto   per   l’alimentazione   dei   sistemi   successivi   e   del   canale   di comunicazione,   questo   permette   di   evitare   la   posa   di   cavi   in   campo    (qualsiasi   cavo!)   fino   ad   una distanza di 1.6 Km anche non consecutivi. La   tecnologia   militare   che   è   alla   base   dei   sistemi   INTREPID™   permette,   per   ovvi   motivi,      di installare   il   sistema   con   “forbici   e   cacciavite”.   effetturare   la   calibrazione   con   una   “passeggiata” di   test   e   formare   le   zone   con   un   “tocco”   della   recinzione.   La   taratura   e   la   messa   in   servizio   sono immediate, senza dover analizzare disturbi, né modificare le recinzioni. Sempre   grazie   all’elevata   dinamica   il   sistema   permette   di   essere   installato   su   recinzioni   non perfette, anche lente ed ombreggiate, mantenendo un NAR molto basso. La   tecnologia   di   rilevazione   non   ha   nulla   in   comune   con   i   sistemi   passivi   presenti   sul   mercato,   si tratta di un sistema attivo, basato sui principi della riflettometria nel dominio del tempo (TDR). La   recinzione   viene   suddivisa   in   zone   dal   software,   l’operazione   è   semplice   e   le   zone   possono essere   costruite   liberamente   sia   come   dimensione   che   come   quantità,   qualunque   parte   della recinzione   può   diventare   una   zona   distinta   dalle   altre,   associata   ad   un   relè   e/o   a   preset   di telecamere speed dome (fino a 3 telecamere contemporaneamente con la raptor appliance ) . Il   sistema   è   compatibile   con   qualsiasi   centrale   di   allarme   e   con   tutte   le   telecamere   analogiche con   protocollo   PELCO   D;   per   le   telecamere   IP   i   driver   vengono   sviluppati   continuamente   ed anche su richiesta. Torna alla pagina PRODOTTI
Più processori in cascata e collegati insieme con una unica alimetazione Sistema base costituito da PM, Cavo e Terminazioni Funzionamento del sistema, principi di rilevazione e posizionamento dell'intruso
© PIDS Perimeter Intrusion Detection System info@pids.it             Privacy
Appointed distributor

INTREPID™ MicroPoint II™

Il   sistema   INTREPID™   MicroPoint   II™   permette   la   sensibilizzazione   di recinzioni   e   palizzate,   indifferentemente   dalla   loro   natura   e   dalla tipologia.   Si   tratta   di   un   sistema   distribuito   in   cui,   al   contrario   delle tecnologie   puntuali,   tutto   il   cavo   è   un   sensore    proteggendo   ogni centimetro   del   perimetro,   adattando   sensibilità   e   soglie   di   allarme lungo tutta la recinzione. Oltre   6   milioni   di   metri   di   cavo   installato   a   protezione   di   siti   sensibili in    tutto    il    mondo    rendono    INTREPID™    MicroPoint™    la    scelta    più affidabile    ed    efficace,    grazie    alla    capacità    unica    di    individuare l’intruso    con    3    metri    di    precisione    (1    metro    di    risoluzione), posizionare   le   telecamere   automaticamente   sul   punto   di   intrusione ed   eliminare   gli   allarmi   ambientali   che   affliggono   i   comuni   sistemi microfonici. Disturbi   come   vento,   pioggia   o   traffico   di   veicoli   sono   ignorati   sia grazie   ad   algoritmi   DSP   dedicati   che   grazie   all’elevato   rapporto   S/N, con   la   conseguente   dinamica   molto   estesa,   che   permette   di   ottenere capacità   di   rilevazione   superiori   abbattendo   gli   allarmi   ambientali (FAR/NAR). Il   sistema   base   è   costituito   da   un   processore,   detto   PM   (processing module),   in   grado   di   coprire   una   distanza   di   400   metri   lineari   (440m effettivi), da due tratte di cavo di 220m (effettivi) cadauna . Il   Controller   permette   il   collegamento   di   più   sistemi   in   cascata,   in configurazione   semplice   o   ridondataIl   cavo   sensore   stesso   è   supporto per     l’alimentazione     dei     sistemi     successivi     e     del     canale     di comunicazione,   questo   permette   di   evitare   la   posa   di   cavi   in   campo   (qualsiasi    cavo!)    fino    ad    una distanza    di    3.2    Km    anche    non consecutivi. La    tecnologia    militare    che    è    alla    base    dei    sistemi    INTREPID™ permette,   per   ovvi   motivi,      di   installare   il   sistema   con   “forbici   e cacciavite”.   effetturare   la   calibrazione   con   una   “passeggiata”   di   test e   formare   le   zone   con   un   “tocco”   della   recinzione.   La   taratura   e   la messa   in   servizio   sono   immediate,   senza   dover   analizzare   disturbi,   modificare le recinzioni. Sempre   grazie   all’elevata   dinamica   il   sistema   permette   di   essere installato   su   recinzioni   non   perfette,   anche   lente   ed   ombreggiate, mantenendo un NAR molto basso. La   tecnologia   di   rilevazione   non   ha   nulla   in   comune   con   i   sistemi passivi   presenti   sul   mercato,   si   tratta   di   un   sistema   attivo,   basato   sui principi della riflettometria nel dominio del tempo (TDR). La   recinzione   viene   suddivisa   in   zone   dal   software,   l’operazione   è semplice   e   le   zone   possono   essere   costruite   liberamente   sia   come dimensione   che   come   quantità,   qualunque   parte   della   recinzione   può diventare   una   zona   distinta   dalle   altre,   associata   ad   un   relè   e/o   a preset     di     telecamere     speed     dome     (fino     a     3     telecamere contemporaneamente con la raptor appliance ) . Il   sistema   è   compatibile   con   qualsiasi   centrale   di   allarme   e   con   tutte le   telecamere   analogiche   con   protocollo   PELCO   D;   per   le   telecamere IP i driver vengono sviluppati continuamente ed anche su richiesta.
ISistema Base Funzionamento del sistema, principi di rilevazione e posizionamento dell'intruso
Data Sheet MicroPoint II   Brochure INTREPID ™ Series    
Download
   Caratteristiche - Rilevazione dell’intruso con 3 m di   precisione (1 m risoluzione); - Allarme, segnalazioni ed   alimentazione sul medesimo cavo   fino a 3,2 Km di perimetro; - Risolve i problemi di falsi allarmi   (Far/Nar); - Autoadattamento alle condizioni   della recinzione; - Rilevazione uniforme anche su   recinzioni di tipo diverso; - Zone definite via Software, numero   e dimensione illimitati; - Diverse tipologie di controller per   soluzioni specifiche di qualsiasi    dimensione; - Altezza protetta fino a 4.3 m con   singolo passaggio.
Applicazione del cavo sensore su rete a maglia sciolta. Fase di calibrazione ed adattamento alle caratteristiche del sito protetto. Collegamento delle unità in campo, solo con “forbici e cacciavite” Cancelli protetti in maniera nativa dallo stesso cavo sensore. Fase di Test con il simulatore di taglio fornito a corredo di MicroPoint II™. Puntamento automatico di telecamere PTZ durante i collaudi assicurativi.
Screenshot